Nyamgondho Mini Park

PROGETTO IN EVOLUZIONE

NYAMGONDHO MINI PARK

Parco artistico-culturale con riferimento ad una leggenda popolare keniana

Descrizione del progetto

La grande sfida che si prefigge il Centro IKSDP per l’anno 2018 è il completamento del Nyamgondho Mini-Park, la cui installazione è stata avviata nell’estate del 2017. Ubicato davanti alla social hall, questo si costituisce di una rappresentazione artistica tramite statue in legno e altri materiali, a grandezza naturale, della nota leggenda di Mae e Nyamgondho, un mito originario della regione Gwassi ma noto e studiato nelle scuole di tutto il Kenya. La realizzazione del progetto è stata affidata agli artisti del Creative Centre di IKSDP, che lavorano all’iniziativa su base volontaristica. Il parco ospiterà sei tappe, corrispondenti alle sei fasi principali del mito, e in ciascuna il visitatore potrà ammirare le statue di Mae e Nyamgondho che riproducono gli eventi della leggenda. Il Nyamgondho Mini Park vuole diventare un luogo di attrazione per gli abitanti e le scuole della zona, che già si recano in visita al sito storico del mito, situato a poca distanza dal Centro. Lo scopo più ampio del progetto è quello di promuovere l’arte e le attività del Creative Centre, e di stimolare la partecipazione attiva della popolazione locale nella conservazione delle proprie tradizioni e della propria eredità culturale. Infine, al centro del parco verrà collocato un gazebo circolare, completo di tradizionale tetto in paglia africano, che verrà utilizzato come punto d’incontro e ristorante per accogliere i visitatori del Centro. La costruzione del gazebo è appena iniziata e si prevede che sarà completata entro agosto del 2018. 

La leggenda di Nyamgondho in sintesi

Mae era un povero pescatore che, un giorno, trovò nella sua rete da pesca una vecchia donna. Il suo nome era Nyamgondho. Tornato a casa, la trovò cambiata: era diventata una casa sfarzosa, con molti animali e ricchezze.

Anche lo stile di vita di Mae cambiò. Iniziò a bere e ad andare a donne, nonostante gli avvertimenti di  Nyamgondho. Mae non era rispettoso di Nyamgondho, e una notte, rientrando a casa molto tardi dopo essere stato a bere, si ritrovò chiuso fuori dalla porta.

Quando si svegliò la mattina seguente, Nyamgondho era sparita, portando con sè tutti gli animali e le ricchezze di Mae. Mae seguì le impronte di Nyamgondho e scoprì che era tornata nelle acque del lago, dove Mae l’aveva trovata.

Il dolore di Mae fu così grande che, seduto sulla riva, si trasformò in albero.

 

La leggenda raccontata in Second Life

Il racconto di un pescatore locale e il sito storico

La rapprentazione artistica della leggenda

Le opere d'arte sono state realizzate dal gruppo Gwassi Artists del Creative Centre IKSDP

Ti interessa collaborare a questo progetto?

Vieni a visitare il Parco presso il Centro IKSDP di Nyandiwa